CONVEGNO “INNOVAZIONE: DONO O MISSIONE?” – 10 SETTEMBRE 2015

foto relatori convegnoUna grande comunità che unisce la tecnologia più avanzata alla clinica per fare stare meglio le persone.

E’ la missione di Villa Beretta, il centro di Riabilitazione di Costa Masnaga (Lecco), presidio dell’ospedale Valduce di Como, che giovedì 10 settembre, ha celebrato il centenario della villa antica.

E lo ha fatto con il convegno “ Innovazione: dono o missione? “, organizzato in collaborazione con l’associazione LarioIN e il supporto di Banca Generali, patrocinato dalla Camera di Commercio di Lecco e dal Politecnico di Milano Polo di Lecco.

Al tavolo dei relatori, oltre al Polo di Lecco del Politecnico di Milano, quattro realtà economiche del territorio lombardo di assoluto rilievo per la vision di innovazione: Ab Medica di Cerro Maggiore (leader nella produzione e nella distribuzione di tecnologie medicali, nonché punto di riferimento per la robotica chirurgica e per l’innovazione tecnologica in sanità), Quanta System di Solbiate Olona (specializzata nella tecnologia laser, specificatamente nei settori Medicina Estetica, Chirurgia e Arte), Promemoria di Valmadrera (eccellenza dell’arredamento di design e décor), Atv di Colico (leader nei prodotti per l’industria energetica).

Cento anni di storia, a partire dal lascito dellasignora Teresa Beretta nel 1946, fino all’attuale sviluppo della riabilitazione, passando dalla poliomielite alle lesioni cerebrali e del midollo spinale.

Introdotti e stimolati dal giornalista di Radio24 Maurizio Melis, che ha moderato il convegno, i relatori hanno parlato di innovazione, ricerca e sviluppo.

A introdurre i lavori, il procuratore speciale del Valduce Mariella Enoc che ha ricordato che “non esistono molti centri in Italia che applicano la tecnica alla clinica. Qui ci sono successi importanti che non danno gloria a Villa Beretta, ma danno una risposta a bisogni concreti”.

Poi è stata la volta di Alessandro Mauri, area manager per la Lombardia di Banca Generali, che ha sottolineato quattro valori che rappresentano Villa Beretta, ovvero territorio, tradizione, innovazione e squadra.

Ad aprire la discussione il prorettore del Polo lecchese del Politecnico Marco Bocciolone che ha affrontato il rapporto tra università e imprese: “Tra queste due realtà per noi il matrimonio è possibile – ha affermato – ma su un cammino non facilissimo. Tra 2013 e 2014 abbiamo depositato 144 domande di brevetto (di cui 49 con imprese) e sono stati concessi 109 brevetti”.

Poi ha preso la parola Franco Molteni, direttore dell’Unità operativa complessa di Medicina Riabilitativa di Villa Beretta, che ha ripercorso la storia del Centro attraverso le innovazioni che qui sono state messe a punto e testate, dimostrando che “non c’è niente che non abbia una radice profonda nel futuro”.

Dall’uso della tossina botulinica in riabilitazione (e Villa Beretta è stato uno dei primi centri a impiegarla), agli esoscheletri indossabili che permettono di camminare a persone con gravi lesioni midollari, alla realtà virtuale, alla telemedicina. “Tecnologie disruptive, che rompono gli schemi – ha concluso Molteni”.

La robotica in ambito industriale ha raggiunto punte di eccellenza non ancora portate in ambito medico – ha affermato Tullio Tollio del CNR – Abbiamo sviluppato numerosi device e questo è stato un cambiamento radicale e stimolante. Ora vorremmo mettere insieme diverse competenze che a Lecco potrebbero trovare buone condizioni per creare uno dei poli mondiali su queste tematiche”.

Infine si sono alternati i vertici delle quattro aziende coinvolte nel progetto, che hanno presentato la propria eccellenza e impegno innovativo, raccontando la collaborazione con Villa Beretta.

Il convegno è stato solamente un primo passo di un cammino che gli attori protagonisti si impegnano a portare avanti per raccogliere e rilanciare gli spunti forniti dal mondo della ricerca. Una rete che, questo è l’auspicio, può crescere per far progredire questa sorta di “Club degli innovatori” che potrà trovare a Villa Beretta il punto di aggregazione delle eccellenze scientifiche ed industriali, sempre con il supporto di LarioIN.



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

CONTATTI
Indirizzo: Piazza Volta, 56 - 22100, Como (CO) Tel/Fax: 393 3688824 / 1782286397 Mail: info@larioin.it

Commenti recenti